AREA DELLA CURA

Responsabile di area: Maddalena Galizio

Sezione LUOGHI DI CURA E SOSTENIBILITÀ ambientale

 

I luoghi di cura, abitati da persone bisognose di cura e da persone che curano e confortano, sono organismi complessi e non possono eludere la necessità di innovarsi in chiave di responsabilità ambientale.

I luoghi di cura hanno come missione il continuo miglioramento della qualità assistenziale ampliandone il concetto anche agli aspetti della gestione, dell’organizzazione e della funzionalità.

I luoghi di cura hanno una forte vocazione educativa, e le buone pratiche di “prendersi cura” della persona, senza dimenticare l’ambiente, hanno grandi potenzialità di ricadute positive anche sui comportamenti sociali. “Prendersi cura degli ambienti” oltre a prevedere la rivisitazione degli ordinari schemi di acquisizione e gestione di beni e servizi necessari all’assistenza, necessita di un intenso lavoro di formazione “sulle persone” in ogni ruolo professionale.

Cespi sta lavorando per partecipare ad un progetto europeo insieme ad altri partner.

Il progetto europeo ha come focus l’innovazione nei luoghi di cura dal punto di vista energetico: integrare i servizi di efficienza energetica con servizi non legati all’energia come comfort, salute e sicurezza.

“Prendersi cura degli ambienti”, necessita di un intenso lavoro di formazione sulle persone in ogni ruolo professionale per diventare cultura e pratica professionale. I luoghi di cura oggi sono energivori e con spreco evitabile.

Dimostrare che si può raggiungere l’obiettivo di fare risparmio di energia e materiali migliorando al contempo il prendersi cura della persona, riscontrando inoltre vantaggi per i bilanci sia economici che sociali, è l’obiettivo del progetto europeo.


Gruppo di lavoro

Il gruppo è coordinato da Maddalena Galizio coadiuvata dall’Arch. Alessandra Battaglia, esperto di umanizzazione.